Oooooooh, finalmente libero dalla briglia istituzionale della recensione ufficiale, posso finalmente condividere con voi questo elaborato semiserio, da fan di Star Wars.

Tutto cominicia quando il mio volo per Lisbona, decide di regalare ben due ore e 30 di ritardo, niente rimborso e niente Star Wars, come da programma. Invece di accettare di buon grado quanto il destino mi stava suggerendo, io, testardo, decido di riuscire a ritagliarmi ugualmente del tempo e, 10 giorni dopo, finalmente entro in sala.

NOS cinema, Cascais (località a ovest di Lisbona), Dolby 7.1, pop corn in mano, sono conscio di stare per vedere nuovamente un film diretto da JJ Abrams dopo lo scempio de “Il risveglio della Forza” ma, ehi, è Star Wars, andiamo!

A long time ago, in a galaxy far far away…ed inizio a caricarmi. 

Partono le note di John Williams, i midichlorian nell’organismo si risvegliano tutto d’un tratto, sento scorrere potente la Forza dentro di me.

“Episodio IX – L’ascensione di Skywalker”, ok dai, non sarà male come sembra!

Prima riga, “Palpatine è tornato!” COOOOOSSSSAAAAA????? Come? Quando? Hanno mandato nei cinema l’anno scorso Episodio VIII e ½ ed io me lo sono perso? Voglio dire, nei trailer era evidente che sarebbe tornato ma, Gli Ultimi Jedi finisce con un bambino che prende la scopa in mano usando la Forza, e questo film comincia con Palpatine che ha mandato l’annuncio del suo ritorno a reti unificate tipo Mattarella il 31 Dicembre?  L’entusiasmo inizia a scemare, per poi lasciare spazio allo sconforto completo, invece dei midichlorian rimane solo la flora batterica intestinale.

Di seguito i migliori scempi, buchi di trama ed incoerenze incontrate durante 2 ore e 20 minuti, quasi le stesse del ritardo dell’aereo, anche se devo ammettere che quest’ultimo mi ha causato meno travaso di bile.

  • La spada di Luke, durante il memorabile tiro alla fune di Forza tra Rey e Kylo Ren, che richiamano entrambi l’arma che fu di Anakin e poi di Luke, quest’ultima si spezza a metà. Ovviamente, ricompare perfettamente integra, non è dato sapere come
  • Il ritorno di Palpatine, non contento di avere riportato in vita un personaggio vaporizzato nella Morte Nera, che poi per sicurezza è pure esplosa, JJ Abrams ci fa assistere a un dialogo meraviglioso che si svolge circa così:
    – Palpatine è tornato, come è possibile?
    – Eh, scienza sith, il Lato Oscuro…
    – Ah ok! Proseguiamo!
    Stupidi noi che ci siamo posti il problema
  • Exegol, il pianeta Sith, così segreto che pure Palpatine ha dovuto segnarsi la strada non una, ben due volte, con due segnalatori nascosti in luoghi ameni. Tutto bellissimo, se non fosse che poi verrebbe da domandarsi come ha potuto condurci milioni di creature per costruire una flotta infinita di Star Destroyers senza dare minimamente nell’occhio
  • Rey Palpatine questa si che è una novità! Wow, una parentela inaspettata, questo di è che nuovo e mai visto in Star Wars! Ora, posto che non pensavo un signore dei sith come l’imperatore avesse tra i suoi interessi la procreazione, per quanto legittima, se avesse avuto un figlio, questi sarebbe stato il legittimo erede al trono imperiale, oltre che probabilmente versato nell’uso della Forza. Invece non si ha notizia alcuna di lui, della moglie, si salta direttamente alla nipote, e non è dato nemmeno sapere chi possa essere stata la consorte di Palpatine. Cosa che temo verrà spiegata in uno spin-off, una serie tv, un romanzo, insomma qualcosa che faccia spendere soldi e che per mettere un cerotto finirà invece di aprire uno squarcio.
  • Luke e Leia sapevano tutto! Infatti nessuno dei due ha mai intrapreso un’azione coerente con tutto ciò nei due episodi precedenti. Senza considerare che Luke sapeva che Palpatine era tornato, è andato alla ricerca di Exegol con Lando Calrissian, ma ha pensato bene di non dire niente a nessuno. 
  • La cassaforte Imperiale, niente, dai, fa già ridere così.
  • Il maestro jedi Leia Organa, va bene, va bene, Carrie Fischer desiderava vedersi con la spada laser in mano prima di morire, ma credo che “in modo plausibile”, anche se da lei omesso, sarebbe stato egualmente importante. Invece dopo averla vista volare nel vuoto cosmico, la vediamo versata nelle arti della Forza ed in possesso di una spada laser che, giustamente, ha pensato di tenere sepolta sotto un mattone invece di usarla per combattere nella guerra. D’altronde, non l’abbiamo mai vista usare la forza prima di 5 ore di proiezioni, sembra logico non avesse bisogno di un’arma jedi.
  • La daga Sith, per trovare la cassafore imperiale, mettiti in un punto a caso intorno ad una Morte Nera che dovrebbe essere esplosa 30 anni prima ma invece è quasi integra dentro l’oceano di Endor, noterai che dove ti sei posto era esattamente il punto giusto, perché troverai un match impossibile con le forme del relitto.
  • C-3PO e le traduzioni, poco importa che lui sia stato costruito da Anakin, il robot tiene fede alla legge repubblicana. D’altronde, bisogna regalare un momento di emozione a buon mercato.
  • Il gran finale di Endgame, i nostri eroi sono in pochi, sono sopraffatti, la sconfitta sembra vicina, ma ecco che da ogni lato dell’universo arrivano i rinforzi, pronti per la battaglia finale contro il cattivo! ….dov’è che l’ho già visto, quest’anno?
  • La tamarraggine che regna sovrana, dalla kamehameha di Palpatine che manda in corto circuito la flotta ribelle, alla cavalcata dei bisonti pelosi sopra uno Star Destroyer. Una volta toccato il fondo, è sempre possibile scavare

Tante altre sarebbero da citare, ma le lacrime cominciano ad offuscare pesantemente la vista, e credo che il punto sia molto chiaro. 

Vorrei lasciarvi con una sola domanda: quale è stato il vostro Star Wars moment di questa trilogia? Quello che non potrete dimenticare, quello che ha reso questa trilogia degna di essere vista? Sinceramente, non me ne viene in mente neanche uno!

Disturbing…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.