Nazione: Stati Uniti
Anno:  2017
Durata: 107 min
Regia: Carlos Saldanha
Attori: John Cena, Kate McKinnon, David Tennant, Bobby Cannavale, Anthony Anderson
Voto Filmantropo:


 

 

Ferdinand è un toro che non ama la competizione, nonostante abbia un papà appassionato e nonostante sia cresciuto nel villaggio dei “tori da Corrida”. Dopo l’allontanamento del padre, Ferdinand decide di abbandonare il villaggio dove è cresciuto per cercare una vita più tranquilla. Sarà la piccola Nina ad accudirlo e a crescerlo. Una volta grande però, a causa di una disattenzione, sarà costretto a lasciare la nuova vita per finire nel mondo che lui tanto odia: il mondo delle Corride e delle competizioni.


La pellicola diretta dal brasiliano Carlos Saldanha (regista di Rio 1 e 2, l’Era glaciale 2 e 3), prende spunto dalla celebre fiaba per bambini “la storia del toro Ferdinando” , scritta da Munro Leaf e pubblicata in italia nel 1936, da Fabbri Editore. La stessa storia è stata utilizzata dalla Disney, che due anni più avanti ha realizzato un corto animato della durata di 8 minuti, capace di vincere anche un Oscar. Il coregista di Robots (anno 2005) decide rimanere fedele alla storia originale, cercando di aggiungere l’ironia necessaria per destinare il risultato finale dell’opera, anche a un pubblico giovane. Prodotto dalla Blue Sky Studios e dalla 20th Century Fox Animation, Ferdinand nella sua prima parte è un film gradevole, che cerca anche di strappare sorrisi che non sono mai banali. Peccato che nella seconda parte, non cerchi di mettere in evidenza o di trasmettere, qualcosa di nuovo da quanto già visto in molti altri film di animazione. Una sorta di parabola del buono capace di ribellarsi al sistema imposto e capace di non seguire, indipendentemente dagli individui intorno, le regole del sistema per confermare la sua vera natura. Una pellicola con un forte richiamo morale, capace nella parte iniziale di suscitare emozioni, che però non sempre posso essere determinanti nella sua riuscita globale. La considerazione finale è che il prodotto realizzato, sia più adatto ad un pubblico più giovane che a uno adulto. Il gap con le rivali, Disney e Dreamworks è ancora visibile, se si cerca un’analisi globale a livello di temi svolti e di quanto rappresentato nel suo insieme. Carino e riuscito il personaggio della capra Lupe, accompagnato in molte scene del film, da tre porcospini e da tre cavalli. Nella versione originale, la voce di Ferdinand è doppiata dal campione di Wrestling John Cena.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.