Nazione: Stati Uniti
Anno: 2011
Durata: 124 min
Genere: Avventura, guerra, supereroi
Regia: Joe Jonhston
Attori: Chris Evans, Hugo Weaving, Tommy Lee Jones, Stanley Tucci, Hayley Atwell
Voto Filmantropo:


 

 

 

Steve Rogers (Chris Evans), dopo essere stato rifiutato dalla leva dell’esercito, a causa del suo fisico, si sottopone a un esperimento biologico che lo renderà Captain America: il supersoldato.

 

 

Creato nel 1941 dalle matite di Joe Simon e Jack Kirby come simbolo della libertà durante la Seconda guerra mondiale, Captain America è a tutti gli effetti il primo tra gli Avengers ad apparire sulle tavole dei comics americani. Diretto da Joe Johnston (Jurassic Park III e Jumanji), il lungometraggio ripercorre le origini di uno dei supereroi più conosciuti e ritenuti importanti per la squadra composta da più supereroi. Teschio Rosso (Hugo Weaving) nemesi per per eccellenza del supersoldato, è intenzionato ad appropriarsi del tesseract, un oggetto capace di aprire il portale dell’universo. Narrazione piacevole e ben costruita, danno spazio a scene bene girate e dirette, con qualche divertimento che può essere considerato niente male. Una pellicola che però, paga la poca analisi di un personaggio che avrebbe dovuto essere più ampia, in una storia caratterizzata fortemente dall’amore per Peggy Carter (Hayley Atwell) e per sua la personalità, non legata solamente al periodo storico, che ha contraddistinto e reso diverso il supersoldato. Una sceneggiatura, che potenzialmente avrebbe potuto scendere a un livello superiore, descrivendo aspetti più forti, raccontati soltanto a un livello superficiale e senza mai approfondire adeguatamente alcun aspetto della personalità. Il regista americano punta con effetti speciali, a narrare la trasformazione fisica che subisce il protagonista (Chris Evans) all’inizio, non dando però quel contributo maggiore che i fans, o che il grande pubblico avrebbero preteso.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.