Nazione: Stati Uniti
Anno: 2017
Durata: 152 min
Regia: Rian Johnson
Attori: Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Andy Serkis, Laura Dern, Benicio del Toro
Voto Filmantropo:

 

 

Il Primo Ordine regna, dopo avere decimato ciò che rimaneva della pacifica Repubblica. Solo la Ribellione del generale Leia Organa combatte ancora la tirannia, in attesa del ritorno di Luke Skywalker, la scintilla che può riaccendere la fiamma della speranza.


ATTENZIONE: La recensione contiene Spoiler più o meno velati, ne siano consci coloro che ancora non hanno visto il film, dimostrando una insopportabile mancanza di fede, ma che si avventurano ugualmente nella lettura.

Due anni dopo lo scempio de Il Risveglio della Forza, sono emozioni molto contrastanti quelle che accompagnano lo spettatore che si reca al cinema per assistere alla proiezione, perchè se è vero che al peggio non c’è mai fine, il vero appassionato crede ciecamente in Star Wars, tanto quanto il maestro Yoda nella Forza, per cui IMAX, 3D e Poltrona VIP: sarà Gloria o Apocalisse. Nonostante trovate che rasentano l’autosabotaggio come Leia Jor-El, perché solo un abitante di Krypton può viaggiare nello spazio aperto volando e sopravvivendo, il giudizio sul film è positivo, finalmente l’universo di Star Wars evolve, introduce un nuovo arco narrativo accomiatandosi gradatamente dagli Skywalker, ingrediente principale dietro al successo della saga, ma ultimamente zavorra insostenibile. Snoke viene eliminato senza troppi complimenti e rivelazioni, Kylo Ren acquisisce una dimensione più matura e convincente rispetto agli esordi e Rey scopre le sue vere origini, ricordando a tutti che la Forza non è prerogativa della famiglia più famosa della galassia, ma permea tutto l’universo. Lato Chiaro e Lato Oscuro della Forza vengono finalmente legati gli uni agli altri non solo da un punto di vista di contrapposizione, ma dall’essere parte di un legame indissolubile, nessuno dei due può sparire finché esiste l’altro, ed è una scelta consapevole quella che i personaggi intraprendono, non più influenzati dai dogmi Jedi o dalle tentazioni Sith, veri responsabili della nascita di Darth Vader. L’ottavo capitolo della saga nata dalla mente di George Lucas porta il fan a salutare con emozione ciò che ha amato nel passato ed a guardare con speranza al futuro che ne sta nascendo, non a caso il binary sunset che Luke osserva prima di scomparire rappresenta insieme fine e nuovo inizio, dando il benvenuto all’insostenibile attesa di un prodotto finalmente rinnovato nel 2019.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.