Nazione: Stati Uniti
Anno: 2018
Durata: 130 min
Genere: Drammatico
Regia: Peter Farrelly
Attori: Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini
Voto Filmantropo:

1962, il buttafuori italoamericano Tony Vallelonga (Viggo Mortensen) è costretto a trovare un lavoro per mantenere la sua famiglia. Accetta di lavorare per il pianista di colore Don Shirley (Mahershala Ali) decidendo di seguirlo in tour nel sud degli Stati Uniti. Nonostante sia famoso, Shirley subisce continue violenze date dai pregiudizi nei confronti delle persone nere. Il segreto per evitare queste spregevoli situazioni è il green book: un libro dove sono indicati alberghi, ristoranti e luoghi dove si accettano le persone di colore.

Ispirato alla storia vera di Tony Lip (pseudonimo di Frank Anthony Vallelonga) , Green Book è un commedia dal forte senso drammatico. La forza dei protagonisti è la chiave su cui si annida e sviluppa la pellicola di Peter Farrelly che insieme al fratello Bobby, ha contribuito alla realizzazione di commedie importanti a livello di pubblico, come Tutti pazzi per Mary (anno 1998) e Amore a prima svista (anno 2001). Incredibile la coesione tra Viggo Mortensen nei panni del protagonista buttafuori italoamericano e un Mahershala Ali nel ruolo del pianista Shirley, che mai annoia e convince per tutta la durata del lungometraggio.
Due storia diametralmente opposte, perchè se Tony è disposto ad accettare un lavoro per guadagnare da vivere causa necessità, Shirley invece conta già di quella fama necessaria per consacralo tra i primi nel suonare il pianoforte. E’ questa già la prima di molte differenze che caratterizzano il duo, che può essere definito come l’uno complementare all’altro. Sarà un piccolo taccuino verde contenente tutte le informazioni su alloggi e ristoranti che accettano unicamente persone di colore (Green Book da cui il titolo), pubblicato fino alla metà degli anni Sessanta, ad essere la guida per il tour in giro per gli States. In Green Book non mancano tematiche razziali e la difficoltà di una classe, in un periodo storico, a trovare spiraglio in una società con troppi pregiudizi. Grandioso Viggo Mortensen nel ruolo del protagonista, in grado di tenere sempre alto il ritmo di un racconto dove non sfigura neanche la figura di Mahershala Ali. Pianoforte, musica e legami ma anche una visione sul concetto di emarginazione. Un road movie di un bianco e un nero ma anche un film sulla famiglia, i pregiudizi e la differenza di classe. Candidato agli Oscar con 5 nomination tra cui miglior attore (Viggo Mortensen) e miglior attore non protagonista (Mahershala Ali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.