Nazione: Stati Uniti
Anno: 2017
Durata: 106 min
Regia: Christopher Nolan
Attori: Harry Styles, Kenneth Branagh, Cillian Murphy, Mark Rylance, Tom Hardy
Voto Filmantropo:

 

 

Risultati immagini per locandina dunkirk

 

 

Maggio 1940, costretti alla ritirata, 400.000 uomini degli eserciti alleati di Francia, Gran Bretagna e Belgio, rimangono intrappolati sulla spiaggia di Dunkerque a seguito dell’invasione delle truppe naziste. Solo un miracolo può salvarli. L’unica soluzione è che il governo britannico entri in azione via mare per salvare i connazionali, in modo da poter continuare la guerra contro il terzo Reich.

 

 

 

A distanza di tre anni da Interstellar, Nolan torna dietro la macchina da presa raccontando per la prima volta un film su fatti storici realmente accaduti: la battaglia di Dunkerque (Dunkirk in inglese) o operazione Dynamo, non fondamentale nella Seconda guerra Mondiale, ma ricordata per il miracoloso salvataggio navale di gran parte dell’esercito inglese. La cura, i dettagli e il montaggio sono perfetti, tanto da risultare qualcosa di unico e diverso che non si è mai visto in nessuno dei grandi classici film di guerra. Così come accaduto per Inception, non mancano riferimenti al tempo e alle sue linee temporali, ormai considerate ossessioni per il regista  britannico, che decide di sviluppare la pellicola su tre diverse linee cronologiche : spiaggia, mare e cielo. Una settimana è il tempo trascorso sulla spiaggia e in particolare al molo, dove troviamo un Harry Styles (in passato conosciuto nel gruppo musicale One Direction), capace di interpretare degnamente il ruolo di un soldato spaventato che, in attesa che le truppe vengano evacuate, deve ripararsi dall’imboscata del nemico ed disposto a fare qualunque cosa pur di salvarsi e un Kenneth Branagh perfettamente al timone delle truppe di cui è al comando. Un giorno è il tempo trascorso in mare, dove Mr Dawson (Mark Rylance) ha il compito di salvare i combattenti naufragati e un’ora il tempo nel cielo in cui Tom Hardy (mascherato come il Bane che terrorizzava Gotham City nella trilogia del cavaliere oscuro) ha ricevuto istruzione di eliminare gli aerei del nemico. Dunkirk, a tutti gli effetti, si candida tra i migliori film contemporanei; una lezione cinematografica in tutto e per tutto tale da considerarlo, per certi versi, anche un film muto per i pochi dialoghi presenti e per l’importanza che si attribuisce alle immagini accompagnate dal sonoro targato Hans Zimmer. Ottima la fotografia di Hoyte Van Hoytema anche grazie alle riprese in formato 70mm. Vera e propria esperienza cinematografica da vivere, per essere goduta al meglio nei suoi 106 minuti di durata, in formato IMAX.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.