Ella, figlia di un mercante, perde la mamma quando è bambina a causa di una malattia e anni dopo il padre, per darle una madre, sposa la vedova di un vecchio amico. La donna con le figlie Anastasia e Genoveffa, inizialmente sembra gentile, ma quando il nuovo marito parte per un lungo viaggio di lavoro, costringe la ragazza a vivere in soffitta perché invidiosa della sua bellezza. Sola, Ella viene salvata da un’anziana donna che si rivela essere la fata madrina. Per aiutarla le concede di andare al ballo del principe.

Nazione: Stati Uniti
Anno: 2015
Durata: 105 min
Genere: Animazione, commedia
Casa produzione: Pixar
Regia: Kenneth Branagh

Attori: Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett, Helena Bonham Carter, Stellan Skarsgård

Con l’esordio di Enrico V passando per Frankenstein di Mary Shelley, Hamlet e Thor, Kenneth Branagh è un regista che ama portare sul grande schermo, sia trasposizioni letterari che storie ben articolate. Capace di utilizzare al meglio la macchina da presa soffermandosi sui dettagli di ogni opera prodotta, Branagh decide di creare la sua versione di Cenerentola, che all’apparenza potrebbe risultare una favola scontata e vista già troppe volte.

Nonostante siano state pubblicate diverse versioni della storia (anche questa pellicola come il più conosciuto film d’animazione, è targata Disney), il regista di “Assassino sull’Orient Express” sceglie di ispirarsi unicamente all’opera originale di Charles Perrault. Buona la sceneggiatura creata da Chris Weitz e Aline Brosh McKenna, capaci di mantenere sempre quel pizzico di sorpresa e mistero fino alla parte conclusiva.

Dante Ferretti realizza splendide scenografie che sono la cornice di costumi realizzati perfettamente da Sandy Powell. Branagh ridisegna la “sua” Cenerentola unendo tratti gotici a una fiaba che cerca di trasformare i sogni in realtà.

VOTO FILMANTROPO:


TRAILER:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.